Sapone con la cenere

sapone_cenereMa il sapone non si faceva con la cenere???
E’ una domanda che spesso ci viene rivolta. La risposta è sì e no.
Nel senso che sì, il sapone una volta si faceva con la cenere, ma non quello della generazione delle noste nonne!
Molti molto anni fa (parliamo più di 100) i saponi erano fatti con una soluzione derivante dalla bollitura della cenere.
Già dai tempi del dopoguerra, in cui era possibile trovare nelle drogheria la soda, era stata abbandonata la cenere per usare la soda, che porduceva un sapone migliore e più compatto (e più bianco!!!)

Inceve, la cenere è stata usata fino pochi decenni fa per lavare la binacheria.

La cenere veniva messa a bollire in acqua per diverso tempo, poi questo liquido veniva lasciato riposare e filtrato, ed era chimato “LISCIVA”. Era un liquido molto caustico, che aveva la proprietà di pulire e sbiancare.

I panni venivamo messi a bagno in questa bacinella contenente la lisciva per tutta la notte ( e questo era chimato “RANNO”), e al mattino erano pronti per essere lavati, strofinati e infine risciacquati.

Almeno questo è quello che mia nonna mi ha sempre raccontato, ma forse potrebbe variare da regione a regione, o forse anche da famiglia a famiglia…..se qualcuno ha la propria (o dei propri nonni) esperienza da raccontare…

beh, secondo le nonne uscivano molto più bianchi e più profumati di quelli “moderni”….

Io non ci credo pienamente, anche perchè profumi chimici e sbiancanti ottici che sono presenti nei detersivi fanno la loro funzione (oltre ad inquinare il mondo!!!)

Però le storie delle nonne sono belle…..

4 commenti
Scritto da
Lucia

4 Commenti

  1. paola maria says:27 settembre 2010 at 19:41

    vi amo! incarnate i miei sogni… grazie d’incoraggiarmi
    pm :-D
    metto un sorriso aperto perché non sono capace d’inserire un cuore

    se avete una mailing list aggiungetemi per favore!

    idea: inventare un corsosaponi-vacanza per aziende?
    spesso le grandi aziende organizzano vacanze di gruppo culturali..
    mare, montagna, campagna, mostre…di 3-4 gg
    basterebbe per fare il bagno, un sapone e una passeggiata o tour-shopping sostenibile, sì?
    ciao

    Rispondi
  2. Emma says:12 luglio 2011 at 07:10

    Ciao,

    mi è dispiaciuto molto non poter patrecipare al lab a Borgo Futuro ma il tempo è stato proprio brutto. Volevo sapere se mi potevate dare una mano con le dosi per fare il sapone in casa con la lisciva al posto della soda C.

    Grazie e spero a presto,

    Emma :)

    Rispondi
  3. Luigi says:14 luglio 2011 at 11:11

    Ciao, purtroppo è saltato l’incontro a Borgo Futuro a causa del maltempo…anche perché essendo all’aperto….
    IN ogni caso per fare il sapone con la lisciva ci si può provare, e ben volentieri ti possiamo dare una mano…
    L’unica cosa è che dovrai determinare il titolo della soluzione di lisciva…cosa che non è semplicissima, dovresti fare una titolazione acido base.

    IN ogni caso siamo a tua disposizione

    Grazie

    Luigi

    Rispondi

Lascia un commento